Benedetto da Maiano Leon Battista Alberti Gian Lorenzo Bernini Richard Meier
Rafael Moneo Leon Battista Alberti Joze Plecnik Pieter Lodewijk Kramer
Leonardo da Vinci Daniel Libeskind Gunnar Birkerts Giorgio Vasari


Ludwig Mies Van der Rohe (1923):
«Noi non riconosciamo forma alcuna, bensì soltanto problemi costruttivi. La forma non è il fine del nostro lavoro, ben sì il risultato. Non esiste alcuna forma in sé. L’effettiva pienezza della forma è condizionata e strettamente legata ai propri compiti:
sì, è l’espressione più elementare della loro soluzione.
La forma come fine è formalismo; e noi lo rifiutiamo. Altrettanto poco aspiriamo a uno stile.
Anche la volontà di stile è formalista. Noi abbiamo altre preoccupazioni. Ci preme sostanzialmente di liberare la pratica del costruire dalla speculazione estetica, per riportare il costruire a ciò che deve essere esclusivamente.»